Inspector Grant – in concerto

10 Luglio 2021 - 21:30
Iscriviti alla newsletter


Torna la musica dal vivo de l’Albero del Pepe, il concerto non sarà da noi stretti stretti ma larghi larghi al Circolo Arci il Botteghino

A suonare invece saranno gli Inspector Grant:

Lukas Bernardini Lead Vocals, Classical Guitar.
Gabriel Stohrer – Electric Guitar, Backing Vocals
Matthias Stohrer- Bass Guitar, Keyboards.
Stefano Nassi – Percussions
Nicolò Stohrer: Bass Guitar, Keyboards, Backing Vocals

Il progetto nasce su un asse immaginario che unisce il Messico e la Toscana. Emette i suoi primi
vagiti nella semioscurità della stanza delle bottiglie, luogo carico di effluvi etilici, adiacente alla
vecchia cantina della villa del nonno di Lukas. Il quale, ancora intriso profondamente di Messico,
dove ha vissuto per diversi anni, mesce un misto di vino e canzoni all’amico Gabriel, esperto
chitarrista e compositore toscano. In mezzo a fiaschi e bottiglie, tappi e strumenti da vino, le
canzoni di Lukas scivolano leggere fino a quando accenna due motivi dal vago sapore
dub/caraibico, delle melodie ossessive con qualche frammento surreale di testo. È così che prende
vita il progetto, inizialmente denominato Lukas and the Strawfires. Con l’aggiunta del fratello di
Gabriel, Matthias, al basso e Stefano alle percussioni, la band diventa un quartetto semiacustico.
Le due piccole suggestioni musicali accennate quel giorno diventano prima due canzoni – Come
Under My Little Umbrella e Inspector Grant -, e poi quasi la cifra stilistica del gruppo. Così suona il
primo EP, chiamato appunto Inspector Grant e registrato da Matthias nel suo studio, presentato al
teatro Quaranthana di San Miniato nel Marzo 2017.
Dopo una serie di concerti estivi, la band si arricchisce con l’ingresso di un altro fratello di Gabriel,
Nicolò, alla chitarra ritmica, e di Francesco alla batteria. Alla fine dell’anno Lukas and the
Strawfires partecipano al contest musicale Senza Filo, che si tiene al Cantiere San Bernardo di
Pisa, e che prevede esibizioni in assenza di qualsiasi ausilio elettrico, come amplificatori o
microfoni. Matthias lascia il basso per il pianoforte e gli arrangiamenti vengono completamente
ristudiati per dare più risalto alla voce. Cantano un po’ tutti, le canzoni diventano una sorta di
serenate reggae/caraibiche. La band vince il contest e il gruppo scopre un nuovo modo di
approcciare le canzoni, lavorando sugli arrangiamenti a seconda delle circostanze. In elettrico o
acustico, in trio, in quartetto, senza basso, o senza una chitarra, con Gabriel e Nicolò pronti ad
imbracciare l’uno o l’altro strumento, per dare spazio a Matthias con le tastiere.
Inspector Grant nasce come naturale evoluzione di Lukas and the Strawfires, di cui mantiene
l’ispirazione reggae/dub e gli echi di musica caraibica. Ma in quanto evoluzione, questi elementi
vengono assorbiti da un genere molto più ampio, che include digressioni nel pop, nel funk, nel
soul, nel jazz, nel garage e nel punk. Nel 2020 Francesco Bracci lascia la band e così Stefano si ritrova ad alternarsi fra percussioni e batteria a seconda dei contesti.
Due parole sul nome:
L’ispettore Grant della canzone vive e lavora in qualche città dei Caraibi a lingua inglese e deve far
luce sulla scomparsa di una giovanissima ragazza con splendidi ricci neri…
Il nome è stato scelto perché la maggior parte delle canzoni sono vere e proprie storie, quasi
sempre con un mistero di fondo, o comunque con risvolti imprevedibili e a volte inquietanti. L’idea
era di farle raccontare ad un solitario ispettore di polizia, perso in qualche isola dell’oceano
Pacifico.

Torna la musica dal vivo de l’Albero del Pepe, il concerto non sarà da noi stretti stretti ma larghi larghi al Circolo Arci il Botteghino

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *