Pandemia e medicina verde a Cuba – Diritto alla salute e dignità dei popoli

27 Marzo 2022 - 12:30 - 16:00Circolo ARCI il Botteghino
Iscriviti alla newsletter


Rispondere ad una pandemia fra le mille difficoltà di un embargo economico, basare le proprie relazioni internazionali sull’invio di brigate di medici in mezzo mondo (Italia compresa) sviluppare un vaccino anti-Covid, fronteggiare le mille difficoltà sanitarie di un paese in via di sviluppo attraverso l’uso di innovative tecniche di medicina verde, tramite lo studio delle piante officinali. Tutto questo ha rappresentato negli ultimi anni lo scenario della lotta al Covid e non solo a Cuba: un tema che sarà sviscerato domenica prossima, 27 marzo, durante un pranzo ed un incontro organizzati dalla sezione locale dell’Anaic, Associazione Nazionale di Amicizia Italia-Cuba, in collaborazione con il circolo Arci “Il Botteghino”. L’incontro, dal titolo “Pandemia e medicina verde a Cuba – Diritto alla salute e dignità dei popoli”, si terrà nello spazio aperto del circolo rottigiano, con pranzo popolare a partire dalle 12,30 e incontro a seguire. Partecipano il professor Rodolfo Arencibia, presidente del Gruppo Tecnico Nazionale delle Piante Medicinali dell’ Actaf (Associazione Cubana Tecnici Agricoli e Forestali) e direttore del Progetto multisettoriale ECTI-Sierra che si occupa da oltre trent’anni della ricerca e sviluppo della medicina verde a Cuba, settore della medicina dichiarato obiettivo strategico dalla stessa Organizzazione Mondiale della Sanità nel suo programma 2014-2023. Con lui la psicopedagogista Umberta Torti e Anna Baglioni, infermiera di famiglia e di comunità. Coordina Sergio Capecchi, segretario del circolo Italia-Cuba “Antonio Núnez Jiménez” della Valdera. Prenotazioni e informazioni al numero 3289016442.

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *