Eventi

5×1000 al botteghino

1429

Mag 9, 2021

Dare un contributo, a costo zero, ad un luogo magico in cui lo stare insieme è (ancora) un atto politico. Luogo di divertimento, crescita, socialità, ma da sempre in prima fila per aiutare associazioni, movimenti, cultura, lavoratori in difficoltà. Tutto ciò è possibile anche con la dichiarazione dei redditi:

5×1000 AL CIRCOLO BOTTEGHINO!

Lentamente si riparte

2023

Mag 6, 2021

Lentamente, ma si riparte. Così, dopo l’exploit del Primo Maggio, ci riproviamo questo sabato, l’8, anche se non è una ricorrenza particolare (è il compleanno di Vittorio Sgarbi ma – non so voi – a me di festeggiarlo non passa assolutamente per la testa).


Dalle 17:30 alle 21:30 (così che si abbia il tempo di far ritorno alle nostre case per le 22 come la legge impone) due volenterosi volontari vi accoglieranno e vi serviranno bevande di vario tipo che potrete consumare con calma nella nostra terrazza esterna. Oh, vi avvertiamo, i volontari sono volenterosi ma alle primissime armi: non sono in grado forse di preparare raffinati cocktail e long drink, ma caffè e bevande analcoliche, alcoliche e finanche superalcoliche… quella roba lì sì, la sanno servire.


Quindi, ecco, fate un salto a trovarci, se potete, e passate del tempo con noi – nel rispetto, è inutile dirlo, dei protocolli di sicurezza e cioè indossando la mascherina e evitando gli assembramenti; lo so, qualcuno penserà “che palle!”, ma è necessario: non perché lo dice la legge ma perché è il solo strumento che abbiamo per proteggere noi e tutti gli altri da un nemico invisibile che è tutt’altro che sconfitto ma, anzi, è sempre pronto a tendere i suoi agguati.


E vabbè’, dopo questo pistolotto, passiamo alle cose piacevoli. Ed è sicuramente piacevole annunciare che a partire dal 14 maggio il Circolo sarà aperto ogni venerdì, sabato e domenica dalle 18:00 alle 21:30 (si tratto di un orario ridotto che contiamo di poter estendere al più presto, così come contiamo di poter estendere la nostra offerta – al momento limitata all’attività di somministrazione – con gli eventi e le iniziative a cui vi avevamo abituati).
Ad maiora!

Si riapre!

2059

Apr 30, 2021

E sì, avete capito bene: domani, il Primo Maggio, il Circolo riapre le sue porte. Entrambe: quella d’ingresso e quella che conduce alla terrazza esterna, visto che è lì, come vogliono il buon senso e le disposizioni di legge, che la nostra merenda si svolgerà e confidiamo perciò che Giove Pluvio sia clemente e lasci trascorrere la giornata senza dar segno di sé.

Sarà una merenda alla buona, con panini, affettati, formaggi e gli irrinunciabili baccelli, i baccelli per antonomasia, quelli che contengono le fave e che potete vedere nella foto qua sopra. Sarà soprattutto l’occasione per incontrare di nuovo i vecchi amici del Botteghino e dell’Albero del Pepe, con cui abbiamo collaborato nell’organizzazione di questa cosa, e, perché no?, per conoscerne di nuovi.

Non possiamo offrirvi di più: fatta salva (grazie a un emendamento) la somministrazione, il governo ha imposto, mesi fa, la sospensione delle attività dei circoli e si è, evidentemente, dimenticato di revocarla nel momento in cui ha deciso per le riaperture; non potremo quindi organizzare dibattiti, concerti, proiezioni, nessun tipo, insomma, di iniziativa che pure è – e giustamente, per carità! – consentita ad altre realtà. Non c’è bisogno di dire che contiamo che queste limitazioni vengano rimosse al più presto: quel che ci viene vietato è la stessa ragione di essere del Botteghino, dell’Albero del Pepe e di moltissime altre associazioni come le nostre.

A domani (sempre che il già citato Giove non ci metta – anche lui! – i bastoni tra le ruote).

La femme d’argent (cover di AIR)

1924

Apr 13, 2021

Jam virtuale con pillole di arrangiamento per “La Femme d’Argent”, un brano degli AIR, un gruppo seminale che insieme ai Daft Punk è stato fondamentale per la scena electro pop anni 90. Al lavoro su questa cover troviamo Gianni Capecchi (chitarra), Viviana Marino (voce), Francesco Marino (tastiere) e Sandro Marzocchini (basso).

Cissy Strut (cover di The Meters)

1071

Gen 26, 2021

The Meters (gruppo composto da Art Neville, Zigaboo Modeliste, Leo Nocentelli e George Porter Jr.) sono annoverati tra gli inventori del funk e la loro “Cissy Strut” è considerata uno dei brani più rappresentativi del genere. I nostri amici Gianni Capecchi (chitarre e tastiere) e Sandro Marzocchini (basso) ce ne offrono la loro interpretazione.

Bandiere nere a Pontedera. Gli Antifascisti invitano a non strumentalizzare

2980

Dic 28, 2020

Uno striscione che ricorda e ribadisce come nella nostra costituzione e nei nostri valori non ci sia spazio per atti razzisti intimidatori e strumentalizzazioni di episodi vergognosi e brutali come quello avvenuto alla stazione di Pontedera.

La città è sempre stata un luogo accogliente caratterizzato da una forte condanna del razzismo all’interno dei suoi quartieri. Molti cittadini si oppongono con fermezza ai presidi di matrice razzista dei giorni scorsi, in cui, prima alla stazione e poi in piazza del comune, siamo stati costretti tutti a rivedere su mascherine e giubbotti simboli di chiaro stampo fascista.
Pontedera non ci sta a far passare un atto di violenza, da condannare, come un problema quotidiano, che riguarda tutte le persone straniere che vivono e si incontrano nel quartiere. Pontedera è una città antifascista, antirazzista, con una storia di accoglienza e integrazione che non merita di essere cestinata o dimenticata dall’oggi al domani.

(altro…)

Torre Mazzinghi

Entrai dal barbiere, avevo 10 anni e paura degli adulti, un senso come d’inadeguatezza ed inferiorità mi mangiava a morsi. Il barbiere stava già lavorando su un cliente:

“Fammi i capelli lisci come il culo di un bimbetto”.

Linguaggio terribilmente maschio, talmente maschio che, essendo bimbo, temetti seriamente per la mia incolumità fisica. Avevo paura che mi obbligassero a calar le braghe per sentire com’è liscio il culo di un bimbo, farsene un’idea e lavorare in tal senso. Ciò, ovviamente, non accadde, ma mi rimase addosso quel certo non so che di schifo, ribrezzo e profondo disprezzo per tutto quello che è riconducibile al linguaggio terribilmente maschio. 

(altro…)

Somewhere Over The Rainbow (cover di Judy Garland)

2180

Dic 24, 2020

Stefania Aliotta e Gianni Capecchi hanno preparato per noi questa versione di “Somewhere Over The Rainbow”. Questa celebre canzone, scritta da Harold Arlen (musica) e E.Y. Harburg, (testo) per il film “Il mago di Oz” (1939), è il nostro messaggio di auguri per le imminenti festività, certi come siamo che presto riusciremo a volare, assieme ai piccoli pettirossi, verso quella terra che sta oltre l’arcobaleno, dove i sogni si avverano.