UNA CASAMATTA DELLA SOLIDARIETA’ NEL CUORE DELLA VALDERA

1424

Mag 5, 2022

Il Botteghino è un “contenitore di idee e di sogni”. Così, ormai qualche anno fa, ci presentavamo al “mondo” in quella che voleva essere una “ristrutturazione” in chiave moderna di una vecchia Casa del Popolo.

Solo in questi ultimi 3-4 anni, segnati anche dal Covid, il circolo è stato promotore di una miriade di eventi e manifestazioni. Siamo stati la scena di moltissimi artisti vicini e lontani, alcuni dei quali hanno trovato in noi un “primo” palco, battesimo del fuoco per giovanissimi che hanno potuto sperimentare insieme, alle nostre jam session e ai nostri concerti.

Ma ci siamo anche dedicati al sociale: raccolta alimentare a sostegno delle famiglie più colpite dalla pandemia e, ancora dopo, in aiuto alle famiglie della città (vedi Villaggio Piaggio). Abbiamo dato casa alle iniziative di partiti e associazioni, come l’Associazione di Amicizia Italia-Cuba, con la quale abbiamo promosso raccolte fondi a sostegno delle campagne vaccinali e allo sviluppo di progetti sanitari promossi dall’ONU nell’isola. Abbiamo partecipato a campagne di aiuto internazionale come in Palestina, dove insieme a tanti nuovi olivi appena piantati abbiamo lasciato un segno del nostro passaggio, un piccolo ricordo della solidarietà della nostra terra, dall’altra parte del mondo.

Abbiamo invitato e aiutato fattivamente comitati operai in lotta,

dando fondi ai lavoratori Texprint di Prato da mesi in picchetto giorno e notte di fronte alla fabbrica, sostenendo economicamente (e anche cucinando) per le operaie salite sul tetto di Palazzo Blu e poi su Viale Piaggio. Senza dimenticare il collettivo di fabbrica GKN, la lotta della Rimaflow di Trezzano sul Naviglio (MI) con la vendita dei prodotti dell’azienda occupata.

Una solidarietà al “mondo dell’officina”, di stampo mutualistico, che al nostro circolo da molti anni ha anche un appuntamento fisso: la Festa Operaia, autentica sinergia di lotte e vertenze da tutta la Toscana e non solo, annualmente messa in piedi dal Comitato Operai Piaggio.

Non si dimentichino infine le proiezioni, le presentazioni di libri e dischi, gli spettacoli teatrali e, d’estate, i campi solari di Arciragazzi o le iniziative culturali e politiche sull’attualità: dallo scandalo Keu all’Acqua Pubblica, da ciò che avviene in America Latina alla nostra Valdera.

Senza mai perdere la memoria: della Costituzione nata dalla Resistenza e dalla lotta di Liberazione dal nazifascismo, come ricordato e celebrato ai nostri eventi del 25 Aprile e come ribadito nel nome del lavoro, fondamento della Repubblica, ogni il Primo Maggio. Promovendo sempre il valore della Pace, quella che lo scorso anno abbiamo voluto gridare dedicando la nostra piazza affacciata sull’Arno a Gino Strada, che pochi giorni prima ci aveva lasciato.

Tutto questo rimanendo sempre coi piedi per terra, non scordando mai il nostro compito più grande: mantenere un presidio sociale a La Rotta, dove venire a giocare a carte e a fare due chiacchiere la sera il fine settimana, anche quando i bar sono tutti chiusi. Il tutto a prezzi contenuti, fuori dalle logiche di mercato, come da tradizione Arci.

Tutte queste cose sono rese possibili ogni giorno da un gruppo di volontari che in questi anni non si è mai dato per vinto, aprendosi alla città e a tutti coloro che avessero un progetto da presentare. Anche per questo, in queste settimane di dichiarazioni dei redditi

TI CHIEDIAMO SOLO UNA FIRMA ED UN NUMERO! DAI IL TUO 5×1000 AL CIRCOLO ARCI BOTTEGHINO!

NEL RIQUADRO DEDICATO AL 5×1000 SCRIVI: 81004780508
A TE NON COSTA NIENTE, A NOI CI DA’ LA SVOLTA!

Il Gran Grandinì

1267

Set 13, 2021

Uno spettacolo esilarante ricco di colpi di scena e numeri brillanti: dalla magia all’acrobazia, dall’ipnotismo al beat box, dal rumorismo al canto. 

Tutto concepito, realizzato e interpretato dall’unico e inimitabile Gran Grandinì.

Cosa accadrà quando Klaus il clown, la sua fedelissima spalla, rifiuterà di esibirsi? E chi è Gianni Calzino?

Il Gran Grandinì dovrà affrontare numerosi imprevisti ma tuttavia saprà regalarvi un’ esperienza inaspettata e indimenticabile.

Mercoledì 15 settembre, alle oe 21:00, al Circolo Arci Il Botteghino.

(“Il Grand Grandinì” è uno degli spettacoli della rassegna “Essenziali” organizzata da Arci Valdera e Compagnia Sabot).

Biciclette al Botteghino

1379

Set 11, 2021

La Cicloturistica dei Fischi e delle Campanelle è una manifestazione sportiva (ma non solo) che si svolge tutti gli anni (CoVid permettendo) a La Rotta nel secondo weekend di settembre a ridosso della festa paesana da cui prende il nome; l’iniziativa nasce da un’idea di Federico Caponi, Presidente della AS La Rotta ASD, 15 anni fa. La Cicloturistica dei Fischi e delle Campanelle unisce l’aspetto sportivo all’amore per i paesaggi, in mezzo ai quali pedalare per godersi i meravigliosi panorami della Toscana. Giunta alla sua 12ª edizione, la manifestazione quest’anno si articola in tre percorsi che si snoderanno attraverso i Borghi più suggestivi della Valdera – Lari, Casciana Terme, Chianni, Terricciola, Lajatico, Orciatico, Volterra, Montelopio, Fabbrica, Peccioli, Palaia – per concludersi con il passaggio da Colleoli e San Gervasio prima di arrivare nuovamente a La Rotta.

Il Circolo Arci Il Botteghino è orgoglioso di ospitare, quest’anno, la partenza e l’arrivo di questa bella iniziativa.

Una carovana dalla Palestina

2002

Set 10, 2021

La “carovana culturale” di Palestina Calling, che ha iniziato il suo viaggio ieri all’arena del Cinema Sotto le Stelle, oggi fa tappa al Botteghino.

Ecco il programma della giornata:

Ore 16 – Laboratorio di hip hop per bambini e bambine dai 7 ai 15 anni a cura di Simple Sound Studio
(Info e iscrizioni: 351 5899155)

Ore 17 – Letture di testi sulla Palestina a cura dell’associazione Futuro è Ora

Ore 18 – ‘Nuovi linguaggi: l’evoluzione del media attivismo e le produzioni culturali giovanili’
Modera:
• Carla Cocilova, Assessora alle politiche sociali e alla cooperazione internazionale del Comune di Pontedera
Partecipano:
• Muna Alkurd, giornalista e attivista di Sheikh Jarrah, Gerusalemme Est
• Alba Nabulsi, Politologa, ricercatrice e attivista esperta in politiche di genere e di sviluppo locale
• Qusay Abbas, Youth Development Department, Gerusalemme Est

Ore 20.30 – Cena di raccolta fondi destinati al progetto “Musharaka” presso il Circolo Arci il Botteghino a cura dell’associazione La Pace (Prenotazioni con SMS o WhatsApp al 389 583 2519)

Ore 21.30 – Performance rap di Simple Sound Studio
Smaiky / Core / Arnese – Dj Denny 0013

La carovana riprenderà poi il suo viaggio e vi aspetterà domani al Circolo L’Ortaccio di Vicopisano e domenica al Circolo La Rinascita di Ponsacco. Il programma completo lo trovate qui: https://www.arcivaldera.it/2021/09/06/palestina-calling/

Acqua pubblica: dieci anni dopo

1616

Ago 29, 2021

Sono passati poco più di dieci anni da quella domenica di giugno in cui 26 milioni di italiani chiesero a gran voce, tramite un referendum popolare, che l’acqua fosse considerata un “bene comune” e non una fonte di profitto per qualche azienda privata.

Dieci anni dopo siamo qui a domandarci: la volontà di quei 26 milioni di italiani è stata rispettata?

Diciamo la verità: il fatto che su questo tema abbiamo organizzato un dibattito pubblico dal titolo “Il referendum tradito” lascia pochi dubbi su quale sia il nostro pensiero in proposito; del resto non sta scritto da nessuna parte che chi organizza un dibattito del genere, pur invitando a parlare esponenti dell’una e dell’altra fazione, debba mantenersi neutrale.

Il dibattito avrà luogo lunedì 30 agosto alle ore 21:30 nella piazza Gino Strada del Circolo Arci Il Botteghino. Interverranno Stefano Petroni, del Forum Acqua Valdera, Matteo Franconi, sindaco di Pontedera e Giuseppe Sardu, presidente di Acque S.p.A. La discussione sarà moderata dal nostro Sergio Capecchi. Insieme a loro cercheremo di capire cosa è stato fatto in questi dieci anni e cosa si prevede di fare nell’immediato futuro in materia di ripubblicizzazione del servizio idrico

Aderiscono all’iniziativa Rifondazione Comunista – Circolo Karl Marx di Pontedera, Progetto Pontedera, il Circolo L’Albero del Pepe di Pontedera, Arci Valdera, l’Associazione La Rossa di Lari e Legambiente Valdera.